6 ago 2008

Ritirato GTA IV in Thailandia



La New Era Interactive Media, distributore Thailandese, ha richiesto il ritiro di Grand Theft Auto IV dopo che si è verificato un omicidio collegato ad esso.

Un diciottenne fuori di testa, ha ammesso tranquillamente di essersi ispirato al gioco in questione quando ha deciso di rubare un taxi. Il tassista, ha cercato di reagire al furto d’auto, così il giovane ha estratto un coltello e lo ha pugnalato a morte.

Secondo la polizia che sta investigando sul caso, il ragazzo voleva scoprire se nella realtà fosse davvero così facile rubare un’auto come nel gioco.

Il Ministero della Cultura thailandese prevede di utilizzare l’incidente come un’opportunità per cercare di regolamentare i videogiochi violenti come GTA IV. In quanto diciottenne, se il ragazzo viene giudicato colpevole rischia la pena di morte tramite iniezione letale. E di sicuro non avrà la possibilità di ricaricare la partita…


fonte: Gameindustry

...poi queste cose succedono quasi sempre in oriente, gia' avevo letto tempo addietro di un ragazzo cinese che aveva accoltellato un suo amico per avergli rubarto una spada (virtuale), trovate la notizia qui.
Nonostante queste notizie sono ancora convinto che non siano i videogiochi a scatenare la violenza nelle persone altrimenti saremmo tutti , me compreso degli assassini.
Vi immaginate? andare in giro a rubare macchine, tirare palle di fuoco, infilarsi nelle tubature, giocare a calcio.. ah ehm no questo e' normale, saltare i tetti, andare a caccia di zombie.. insomma sarebbe un mondo di pazzi ... la realta' e' un' altra ed io non la so!
Adesso una domanda seria... Sapete perche' il cielo e' azzurro? no no non c'entra l'atmosfera.. il cielo e' azzurro perche' il ROSA FA SCHIFO![cit.]

[cit.] Nelson Muntz, The Simpson il videogioco.

5 commenti:

GiuliA ha detto...

carissimo conterraneo nonchè fratellosko, la mia risposta a questo tuo post è sostanzialmente "... e non lo so..."
mi spiego meglio:
sono una videogiocomane da anni ormai, ne ho viste un po' di tutte (anche se per la fifa non riesco a giocare a Silent Hill non significa che non mi diverta a guardare gli altri farlo ^^), ma la prima volta che ho visto GTA... insomma, sono rimasta un po' turbata: avevo davanti agli occhi un ragazzino di 12 anni o meno che giocava a picchiare una prostituta per strada per trovarsi i soldi, il cibo, e anche solo per il gusto di farlo.
non sono assolutamente una di quelle che credono che i videogiochi fanno rincoglionire, fanno vivere fuori dalla realtà, eccetera. sono michiate, giocare è bellissimo ed è un passatempo come un altro, e certi giochi sono veri capolavori.
però sinceramente QUESTO videogioco mi fa schifo, e mi ha sempre turbato... non mi stupisco che certa gente (magari, anzi sicuramente con dei problemi già di suo) possa comportarsi come il ragazzo dell'articolo in questione.

ecco, ho detto la mia ^o^
sbacetti :x

GiuliA ^,^

Vincenzo " Zerov " Salvo ha detto...

Bhe si non posso darti torto, mio cugino di 9 anni giocava a Gta San Andreas , il suo personaggio aveva una sega elettrica e massacrava i passanti, certo anche a me ha fatto riflettere questa cosa, ma sono discorsi che si fanno dai tempi del nintendo quando i personaggini erano un mucchio di pixel, fu criticato anche Jeeg robot oppure superman perche' dei bambini si gettavano dalla finestra convinti di poter volare, credo che il problema non sia nei videogiochi e neppure nei cartoni animati, il problema sta nelle persone che ne fruiscono.. come l'epilettico, che videogioca e gli vengono le crisi epilettiche e poi tutti ad accusare i videogiochi che causano l'epilessia.. ma finiamola..fu cosi' anche quando inventarono il cinema.. poi la tv.. adesso i videogiochi insomma ci si lamenta sempre.
Grazie del commentone Giula!

nao ha detto...

ciao stronzo!

Vincenzo " Zerov " Salvo ha detto...

ahaha mi hai presto in parola eh ahaha grandissima!

asu ha detto...

a mio avviso sono un mucchio di stronzate dette solo per pararsi il culo in modo idiota e incredibilmente stupido. ma si sa il mondo pullula d'imbecilli e l'industria ci mangia sopra.

1 i giochi sono giochi (violenti o meno chi se ne frega. per paradosso è meglio che un bambino giochi a fare la guerra che guardarla passivamente in tv)
2 esiste una categoria di persone chiamata apposta a far capire al bambino dove inizia il gioco e dove finisce. dove inizia la realtà e dove finisce con la morte.
si chiamano genitori. se non sono in grado di spiegare 2 concetti base dell'esistenza non devono fare i genitori. easy. punto a capo. avanti il prossimo.

** mi ciccifai ancora quei due simpaticoni che mi fanno scompisciare dalle risate? °°/\ dai dai inventati qualcosa, vinc!